MEDICINA DEL LAVORO E RADIOPROTEZIONE

Docenti: 
PUGLIESE Franco
Crediti: 
1
Sede: 
PIACENZA
Anno accademico di offerta: 
2020/2021
Responsabile della didattica: 
PUGLIESE Franco
Settore scientifico disciplinare: 
MEDICINA DEL LAVORO (MED/44)
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Il corso viene erogato in lingua italian

Attività formativa padre: 

Obiettivi formativi

Mediante la frequenza al modulo di Medicina del lavoro, lo studente acquisirà la capacità di applicare le conoscenze sui rischi professionali nel proprio contesto occupazionale. La Medicina del lavoro mira a favorire la comprensione da parte del professionista sanitario delle possibili ricadute in termini di salute dell'esposizione a fattori di rischio in ambiente sanitario, incluse le radiazioni ionizzanti ed i principi di radiprotezione. Lo studente avrà imparato a conoscere e saper utilizzare i dispositivi di protezione individuale nel contesto richiesto, come misura di prevenzione del rischio biologico. Dovrà apprendere i riflessi dell’organizzazione del lavoro sulla salute dei professionisti. Dovrà infine conoscere il significato della sorveglianza sanitaria e le ricadute in termini personali ed organizzativi del giudizio di idoneità alla mansione specifica. Imparerà a conoscere le nozioni base di radioprotezione fisica e medica

Contenuti dell'insegnamento

Il l modulo di Medicina del lavoro completerà le conoscenze di contesto fornendo al futuro professionista sanitario una panoramica dei principali fattori di rischio per la sicurezza e la salute nelle strutture sanitarie, incluso l'esposizione a radiazioni ionizzanti. Il professionista apprenderà il significato ed i limiti dell’uso dei dispositivi di protezione individuale, il significato della sorveglianza sanitaria per le malattia da lavoro e le malattie correlate al lavoro

Programma esteso

1) Legislazione in tema di tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori; la tutela della salute dei professionisti sanitari; la partecipazione attiva dei lavoratori nelle attività di prevenzione. 2) Fattori di rischio ed attività lavorative: il concetto di pericolo e di rischio; classificazione dei fattori di rischio in ambiente sanitario. 3) Infortuni e malattie professionali; malattia da lavoro e malattia correlata al lavoro. 4) Esposizione ad agenti biologici. 5) I rischi chimici in ambiente sanitario: (i) farmaci, detergenti e disinfettanti; (ii) farmaci antiblastici; (iii) anestetici gassosi; il rischio allergologico ed i dispositivi di protezione individuale. 6) Ergonomia del lavoro ospedaliero; movimentazione di carichie opazienti e posture fisse prolungate; fattori organizzativi e stress lavorocorrelato. 6)I rischi da esposizione a radiazioni ionizzanti; prevenzione tecnica e medica: ruolo dell’esperto qualificato e del medico autorizzato. 7) La sorveglianza sanitaria; gli accertamenti sanitari preventivi e periodici.

Bibliografia

Materiale didattico fornito dal docente e scaricabile dal sito web del corso di studi.

Metodi didattici

Lezione frontale con l’utilizzo di supporti audiovisivi e discussione in aula con gli studenti

Modalità verifica apprendimento

L’accertamento del raggiungimento degli obiettivi formativi del corso avviene tramite una prova scritta con 30 domande a risposta multipla. Le domande sono strutturate in modo da accertare la conoscenza e la capacità di analizzare le situazioni lavorative che possono comportare un rischio per la sicurezza e per la salute del professionista e per valutare la capacità dello studente di orientarsi nelle problematiche di prevenzione delle malattie infettive in un contesto sanitario. L'esame si riterrà superato, rispetto alla prova scritta, se lo studente avrà fornito non meno del 70% di risposte esatte (nei quiz a risposta multipla), da valutare poi complessivamente al modulo di Igiene ed Epidemiologia.

Altre informazioni

La frequenza del corso è fortemente consigliata per conseguire l'attestazione di avvenuta formazione "Rischio Alto".