EQUIPOLLENZA / RICONOSCIMENTO TITOLO ESTERO

EQUIPOLLENZA/RICONOSCIMENTO TITOLO ESTERO

SI PRECISA CHE L’EQUIPOLLENZA È SUBORDINATA, AI SENSI DELL’ART 18 DEL REGOLAMENTO DEL CDS IN INFERMIERISTICA, AL SUPERAMENTO DEL TEST D’INGRESSO DA PARTE DEL RICHIEDENTE INTERESSATO

 

DOMANDE PER IL RICONOSCIMENTO DI TITOLO ACCADEMICO CONSEGUITO PRESSO UNIVERSITA’ STRANIERE

Le domande di riconoscimento di titolo accademico conseguito all’estero devono essere presentate, compilando il Mod. A/10, disponibile sia presso la Segreteria Studenti sia sul sito web https://www.unipr.it/node/738 

Le richieste possono essere inoltrate dal 1 luglio al 31 agosto di ogni anno alla Segreteria Studenti della Facoltà di Medicina e Chirurgia (Via Volturno, 39 - Segreteria.medicina@unipr.it)

Alla domanda dovrà essere allegata la seguente documentazione:

a) Originale del titolo finale di scuola secondaria superiore, che sia valido per l’ammissione all’università del Paese in cui esso è stato conseguito, corredato da traduzione ufficiale in italiano e dichiarazione di valore, rilasciata dalla Rappresentanza Diplomatica o Consolare italiana nel Paese al cui ordinamento didattico si riferisce il titolo stesso;

b) Titolo accademico - in originale – di cui si richiede il riconoscimento, anch’esso accompagnato dalla traduzione ufficiale in italiano e da dichiarazione di valore, rilasciata dalla Rappresentanza Diplomatica o Consolare italiana nel Paese al cui ordinamento universitario il titolo fa riferimento;

c) Certificato di Laurea – in originale – con il dettaglio dei corsi seguiti e degli esami sostenuti all’estero per conseguire il titolo e delle relative votazioni, accompagnato da traduzione ufficiale in italiano e programmi di studio (su carta intestata dell’Università straniera o avvalorati con timbro della università stessa), di tutte le discipline incluse nel curriculum straniero, con relativa traduzione in italiano. L’autenticità di tali programmi, come pure di tutta la documentazione precedente deve essere confermata dalla Rappresentanza Diplomatica o Consolare italiana in loco.

d) N°1 fotografie.

 

I candidati dovranno sostenere e superare il test di ingresso per l’accesso alle Professioni Sanitarie.

La Commissione Didattica, qualora lo ritenesse necessario, può richiedere al candidato anche il completamento del curriculum formativo e può concedere l’immatricolazione con abbreviazione della durata degli studi, con l’obbligo di superare gli esami di profitto e/o le valutazioni delle Attività Formative Professionalizzanti. La decisione verrà ratificata nel primo Consiglio di Corso di Studio utile.

 

I cittadini Comunitari residenti in Italia, dopo aver fatto perfezionare la loro documentazione dalla Rappresentanza Italiana competente, potranno presentare la loro domanda di riconoscimento direttamente alla Segreteria dell’Università Italiana.

I cittadini Comunitari residenti all’estero e gli Extra Comunitari residenti all’estero o residenti in Italia, ma sprovvisti di regolare permesso di soggiorno, dovranno presentare la domanda di riconoscimento, corredata di tutta la documentazione richiesta, alla Rappresentanza Diplomatica competente per territorio nel Paese al cui ordinamento universitario si riferisce il titolo straniero; la Rappresentanza Diplomatica, verificata la correttezza formale delle richieste, provvede poi al loro inoltro alle università italiane.

 

Si ricorda che la possibilità di presentare domanda di riconoscimento del titolo estero è subordinata alla disponibilità di posti nell'ambito del numero programmato. Per il numero di posti vacanti, si veda la sezione “Iscriversi>Passaggi e Trasferimenti”:

https://cdl-infe.unipr.it/it/iscriversi/trasferimenti-e-passaggi

 

AUTORIZZAZIONE ALL’ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA

Coloro che hanno conseguito all’estero un titolo di studio per l’esercizio della Professione Infermieristica, per ottenere la sola autorizzazione all'Esercizio Professionale in Italia, devono presentare domanda al Ministero della Salute. Il decreto di riconoscimento è necessario anche nel caso in cui il titolo sia già stato riconosciuto in un altro Paese dell’Unione Europea.

In questo caso i candidati non potranno ottenere un riconoscimento totale del proprio titolo accademico. Infatti, a prescindere dal curriculum di studi compiuti all’estero, per ottenere il titolo di Laurea viene comunque richiesto il superamento dell’esame finale con valore di Esame di Stato abilitante all’Esercizio Professionale.